In Evidenza

Il Barolo vino ricco ed armonioso, uno dei “grandi rossi italiani” che nasce nelle Langhe, nell’omonima città Barolo. Vino rosso ottenuto da uve Nebbiolo al 100%. Il Nebbiolo...
Il Nuragus è uno dei vitigni più antichi presenti nell’ isola sarda; viene coltivato in particolare nella provincia di Cagliari dove copre circa il 40% della coltivazione di vite....
Il Frappato è un vitigno a bacca rossa presente in tutta la Sicilia, ma in maniera maggioritaria nella provincia di Siracusa e in quella di Ragusa; molto antico, le sue prime notizie ne traccia...
Il vitigno chardonnay è uno dei vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Le sue origini non sono sicure, alcuni studiosi sostengono abbia radici mediorientali, secondo altri nasce...
Un banco con vari tipi di spezie in un bazar turco

L'uso di spezie ed erbe aromatiche in cucina si perde nella notte dei tempi. Le prime testimonianze, infatti, risalgono agli antichi Egizi. Le prime arrivarono in Europa dall'Oriente, seguendo le vie della seta e divenendo un prezioso prodotto di scambio.

Prevalentemente di origine orientale, le spezie sono oggi conosciute in tutto il mondo e utilizzate per insaporire cibi, in ambito farmaceutico e cosmetico.

Le spezie, infatti, possono favorire la digestione e riequilibrale la flora batterica, producono enzimi utili all'organismo e hanno una funzione antiossidante. Sono inoltre ricche di vitamine e sali minerali.

Tra quelle più conosciute in Occidente, il pepe, di origine indiana, e il peperoncino, prodotto in America centrale e meridionale e conosciuto già dagli Aztechi.

Tra le spezie utilizzate per insaporire dolci, la più famosa è la cannella che si ottiene facendo essiccare la corteccia profumatissima di un arbusto che cresce nell'estremo Oriente. E ancora, la noce moscata e lo zenzero, tra le prime a giungere dall'Asia in Europa. 

Molto usato negli ultimi anni, soprattutto per la diffusione della cucina orientale in Europa, il curry che, a torto, è considerato una spezia. In realtà, esso è un mix di spezie diverse (cumino, curcuma,zenzero, noce moscata, chiodi di garofano ecc.), il cui sapore e profumo cambia in base alla tipologia e alle dosi.

Immancabili nelle nostre cucine anche le piante aromatiche, coltivate spesso nel giardino o sul balcone di casa e che, a differenza delle prime, non vengono fatte essiccare. Esse sono ricche di oli essenziali. 

Nella tradizione della cucina mediterranea molto diffuso è l'aglio, apprezzato per il suo sapore forte e per le sue virtù benefiche. Accanto all'aglio, per preparare soffritti e come base di alcune pietanze, la cipolla.

E ancora il basilico, usato per profumare sughi; la salvia e il rosmarino, ideali per insaporire secondi piatti;il prezzemolo, usato soprattutto col pesce; l'origano, per profumare insalate; l'alloro, conosciuto in età romana e usato come simbolo di gloria per cingere il capo di imperatori e generali.

La lista delle spezie e delle erbe aromatiche non si esaurisce di certo qui. Ce n'è per tutti i gusti. Inoltre, il loro utilizzo, moderato per non coprire il sapore e il profumo dei cibi, può far evitare l'aggiunta eccessiva di sale e grassi dannosi per l'organismo.

Ti potrebbe interessare:

Sirah Sirah
Il sirah è un’ uva rossa nobile, molto longeva e profumata. Le sue origini sono...
Qatar: Alimentazione Qatar: Alimentazione
La cultura enogastronomica del Qatar è basata, come quella degli altri Paesi islamici, sul consumo...

Focus Pasta

Paste realizzate con farine speciali.
PASTA CON FARINA DI GRANO SARACENO La farina derivata dal grano saraceno (o grano nero) ha un...
Diverse tipologie di pasta fresca, formato corto
La pasta  è un alimento a base di semola o farina. Le sue origini sono molto antiche e ancora poco...
Campo di riso
Con una maggiore incidenza, negli ultimi anni, di allergie alimentari, la pasta di riso è una...

Expo 2015

 Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015) ha come tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita" ed avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.
 
Scroll to top