In Evidenza

Il Barolo vino ricco ed armonioso, uno dei “grandi rossi italiani” che nasce nelle Langhe, nell’omonima città Barolo. Vino rosso ottenuto da uve Nebbiolo al 100%. Il Nebbiolo...
Il Nuragus è uno dei vitigni più antichi presenti nell’ isola sarda; viene coltivato in particolare nella provincia di Cagliari dove copre circa il 40% della coltivazione di vite....
Il Frappato è un vitigno a bacca rossa presente in tutta la Sicilia, ma in maniera maggioritaria nella provincia di Siracusa e in quella di Ragusa; molto antico, le sue prime notizie ne traccia...
Il vitigno chardonnay è uno dei vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Le sue origini non sono sicure, alcuni studiosi sostengono abbia radici mediorientali, secondo altri nasce...
Olive toscane

Prodotto alimentare tipico dell’area mediterranea, l’olio di oliva è il condimento più comunemente usato in cucina. Oltre a insaporire vari alimenti, è usato anche per la conservazione di verdure e per le fritture. 

I suoi aspetti benefici sono conosciuti sin dall’antichità. I Greci e i Romani, primi a coltivare e diffondere la coltura dell’ulivo, infatti, utilizzavano l’olio per la cura del corpo, oltre che come alimento.

Il suo sapore  può variare molto a seconda delle varietà di olive da cui è prodotto, dal luogo di produzione e dal grado di maturazione del frutto.

L’Italia è il secondo produttore al mondo, dopo la Spagna, con 41 denominazioni DOP e un’IGP riconosciuta dall’UE. Tra le varietà di olive italiane ricordiamo: taggiasca e lavagnina (Liguria), frantoio (Toscana), casaliva (lago di Garda), carboncella e canino (Lazio), moraiolo (Umbria), gentile (Abruzzo),rotondella (Campania), ogliarola, cellina, coratina e cima (Puglia), carolea (Calabria),nocellara del Belice (Sicilia) e bosana (Sardegna).

Alimento dai numerosi aspetti benefici, l’olio contiene grassi  monoinsaturi che, garantendo un elevato punto di fumo, lo rendono ideale per le fritture, e antiossidanti. Aiuta a prevenire il tumore e protegge le arterie

In base al grado di acidità e dal tipo di molitura si distinguono:

- Olio extravergine di oliva (con un’acidità non superiore allo 0,8%);

- Olio di oliva vergine (con un’acidità non superiore allo al 2%);

- Olio di oliva vergine lampante (acidità superiore al 2%. È commestibile solo se l’acidità viene abbassata con particolari procedimenti chimici);

- Olio d’oliva raffinato (olio vergine ottenuto per raffinazione di oli di oliva vergini e con acidità non superiore allo 0,3%);

- Olio di oliva (ottenuto dalla miscela di olio di oliva raffinato e olio di oliva vergine, diverso dal lampante, con acidità non superiore al 2%);

- Olio di sansa di oliva greggio (ottenuto dalle sanse di oliva grazie a solventi);

- Olio di sansa di oliva raffinato (olio ottenuto dalla raffinazione dell’olio di sansa di oliva greggio con acidità non superiore allo 0,3%);

- Olio di sansa di oliva (ottenuto dalla miscela di olio di sansa di oliva raffinato e olio di oliva vergine, diverso dal lampante, con acidità non superiore all'1%)

L’etichetta delle bottiglie deve riportare la corretta denominazione di vendita in caratteri chiari e comprensibili per il consumatore.

L'olio di migliore qualità è certamente l'olio extravergine di oliva, noto per la sua assoluta genuinità (non contiene, infatti, residui chimici) e per le sue proprietà salutari. Si riconosce in base ad alcune caratteristiche quali:

- La purezza, in quanto privo di depositi eccessivi;

- Il colore, che può variare dal verde al dorato;

- Il profumo intenso e gradevole;

- Il sapore prevalente del frutto.

 

 

Focus Pasta

Paste realizzate con farine speciali.
PASTA CON FARINA DI GRANO SARACENO La farina derivata dal grano saraceno (o grano nero) ha un...
Diverse tipologie di pasta fresca, formato corto
La pasta  è un alimento a base di semola o farina. Le sue origini sono molto antiche e ancora poco...
Campo di riso
Con una maggiore incidenza, negli ultimi anni, di allergie alimentari, la pasta di riso è una...

Expo 2015

 Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015) ha come tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita" ed avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.
 
Scroll to top