In Evidenza

Il Barolo vino ricco ed armonioso, uno dei “grandi rossi italiani” che nasce nelle Langhe, nell’omonima città Barolo. Vino rosso ottenuto da uve Nebbiolo al 100%. Il Nebbiolo...
Il Nuragus è uno dei vitigni più antichi presenti nell’ isola sarda; viene coltivato in particolare nella provincia di Cagliari dove copre circa il 40% della coltivazione di vite....
Il Frappato è un vitigno a bacca rossa presente in tutta la Sicilia, ma in maniera maggioritaria nella provincia di Siracusa e in quella di Ragusa; molto antico, le sue prime notizie ne traccia...
Il vitigno chardonnay è uno dei vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Le sue origini non sono sicure, alcuni studiosi sostengono abbia radici mediorientali, secondo altri nasce...

 

Già con un’occhio puntato al futuro, a pochi giorni dall’Esposizione internazionale di Milano, si pensa all'Expo 2016 che si terrà ad Antalya in Turchia sotto il tema “Bambini e fiori” (Children and flowers).

La città merita di per sé una visita. La sua collocazione geografica, su una scogliera piuttosto ripida, circondata dalle montagne, dalle foreste, dal mar Mediterraneo e da molte rovine risalenti ai tempi degli antichi greci ne fa un fiore all’occhiello fra le mete mediteranee.

Antalya, che significa “casa di Attalo”, è stata fondata da Attalo II. Dopo la caduta del Regno di Pergamo (133 aC), la città rimase indipendente fino ad essere poi annessa all’impero romano dal comandante Servilio Isaurico nel 77 aC. Nel 67 aC, la città divenne una base navale per Pompeo. Antalya è stata il centro dell’episcopato durante il periodo bizantino.

E’ bene conoscere alcuni particolari dello stile di vita della popolazione, al fine di sfruttare al meglio il soggiorno. Ad Antalya ci sono due stili di vita prevalenti: una parte degli abitanti si è orientata ad uno stile di vita sedentaria costruendo villaggi, paesi e città mentre un’altra parte della popolazione ha scelto la vita nomade vissuta in tende che spostano verso le montagne in estate e verso le più calde pianure d’inverno. Allevano pecore e cammelli, con i quali producono carne, latte, olio e il tessuto delle tende e dei tappeti che poi vendono o barattano  con la popolazione stanziale. Nonostante le enormi diversità tra lo stile di vita sedentario e quello nomade, la popolazione turca si identifica tutta discendente dallo stesso ceppo e ne accettano la ricchezza di sfumature che questo ha portato.

L’allevamento e i derivati dal grano determinano la base dell’alimentazione.  E’ possibile trovare tutte le cucine del mondo in alberghi e ristoranti turistici.  Tuttavia val la pena di assaggiare pietanze locali come il saç kavurması (agnello essiccato fritto sulla piastra), kölle (frumento in umido con fagioli, piselli e fave) e il  domates cilvesi (un pasto a base di  pomodoro).

 

Focus Milano

  Santo a cui è devoto il popolo milanese è Sant’Ambrogio (sant Ambroeus), la cui basilica è una delle...
  Il Cimitero monumentale di Milano racchiude in sé atmosfere bizantine, gotiche e romaniche dovute alla...
  La cucina milanese è fortemente caratterizzata dagli elementi del territorio, quali la risicoltura...
  Il Duomo di Milano è per eccellenza il simbolo della fierezza lombarda con la sua “Madunnina” d’oro che...
  Altra particolarità che caratterizza la città di Milano è costituita dai Navigli, una serie di...
  Chi volesse godere di una passeggiata nel verde può percorrere i viali del più grande tra i parchi...
    Porta Romana è una delle sei porte principali di Milano, costruita nel 1596 su progetto di Martino...
  Il Teatro della Scala è la sede di esibizione delle più grandi opere musicali e di danza e...
  Alla destra del Duomo troviamo Palazzo Reale, nato inizialmente come sede del governo della...

Expo 2015

 Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015) ha come tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita" ed avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.
 
Scroll to top