In Evidenza

Il Barolo vino ricco ed armonioso, uno dei “grandi rossi italiani” che nasce nelle Langhe, nell’omonima città Barolo. Vino rosso ottenuto da uve Nebbiolo al 100%. Il Nebbiolo...
Il Nuragus è uno dei vitigni più antichi presenti nell’ isola sarda; viene coltivato in particolare nella provincia di Cagliari dove copre circa il 40% della coltivazione di vite....
Il Frappato è un vitigno a bacca rossa presente in tutta la Sicilia, ma in maniera maggioritaria nella provincia di Siracusa e in quella di Ragusa; molto antico, le sue prime notizie ne traccia...
Il vitigno chardonnay è uno dei vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Le sue origini non sono sicure, alcuni studiosi sostengono abbia radici mediorientali, secondo altri nasce...

 

La cucina milanese è fortemente caratterizzata dagli elementi del territorio, quali la risicoltura e l’allevamento di bovini e suini. Tra i piatti più noti vi sono il risotto giallo con lo zafferano, la cotoletta, la cassoeula,  l’ossobuco alla milanese,il salame Milano, la polenta e, tra i dolci, il panettone. 

A Milano si dice infatti: “la bocca l’è minga stracca se la sa nò de vacca”, cioè “ la bocca non è stanca se non sa di vacca”, ossia per un milanese il pranzo o la cena devono concludersi assolutamente con un pezzettino di formaggio (stracchino, gorgonzola, taleggio, quartirolo).

Il primo piatto più tradizionale di Milano è il mitico risotto giallo. La leggenda racconta che durante la costruzione del Duomo si usasse lo zafferano per dare speciali tonalità ai colori. Così, durante un  matrimonio, si mescolò per scherzo un po’ di zafferano nella portata di riso. Dopo lo stupore iniziale i commensali decretarono il pieno successo dell’operazione: da allora il risotto giallo con lo zafferano è entrato nella tradizione della cucina milanese.

A Milano e provincia è possibile gustare un’ampia scelta di sapori etnici e speziati. Si spazia dalla cucina messicana con il prelibato churrasco ( varietà di carne servita su un grosso spiedo) e i gustosi burritos agli stra-popolari ristoranti giapponesi con la loro formula “All you can eat” (menù illimitato a prezzo fisso, escluse bevande).

Per chi non vuole star seduto tutta la sera in un ristorante o ha un meeting informale, l’happy hour è quello che fa al caso suo. Si tratta di locali che, dalle 19 in poi, allestiscono straordinari bouffet a cui attingere tutte le volte che si vuole, e che prevedono solamente il prezzo della bevanda che si sceglie (mediamente 8€). Niente da invidiare a grandi ristoranti, vengono serviti primi in quantità (non può mancare la paella), torte salate, pizze, fritture varie, couscous, insalate d’orzo e di riso tahilandese, e, in un locale in particolare, l’arrivo del maialino arrosto è preceduto dal suono di una campanella.

 

Focus Milano

  Santo a cui è devoto il popolo milanese è Sant’Ambrogio (sant Ambroeus), la cui basilica è una delle...
  Il Cimitero monumentale di Milano racchiude in sé atmosfere bizantine, gotiche e romaniche dovute alla...
  La cucina milanese è fortemente caratterizzata dagli elementi del territorio, quali la risicoltura...
  Il Duomo di Milano è per eccellenza il simbolo della fierezza lombarda con la sua “Madunnina” d’oro che...
  Altra particolarità che caratterizza la città di Milano è costituita dai Navigli, una serie di...
  Chi volesse godere di una passeggiata nel verde può percorrere i viali del più grande tra i parchi...
    Porta Romana è una delle sei porte principali di Milano, costruita nel 1596 su progetto di Martino...
  Il Teatro della Scala è la sede di esibizione delle più grandi opere musicali e di danza e...
  Alla destra del Duomo troviamo Palazzo Reale, nato inizialmente come sede del governo della...

Expo 2015

 Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015) ha come tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita" ed avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.
 
Scroll to top