In Evidenza

Il Barolo vino ricco ed armonioso, uno dei “grandi rossi italiani” che nasce nelle Langhe, nell’omonima città Barolo. Vino rosso ottenuto da uve Nebbiolo al 100%. Il Nebbiolo...
Il Nuragus è uno dei vitigni più antichi presenti nell’ isola sarda; viene coltivato in particolare nella provincia di Cagliari dove copre circa il 40% della coltivazione di vite....
Il Frappato è un vitigno a bacca rossa presente in tutta la Sicilia, ma in maniera maggioritaria nella provincia di Siracusa e in quella di Ragusa; molto antico, le sue prime notizie ne traccia...
Il vitigno chardonnay è uno dei vitigni a bacca bianca più coltivati al mondo. Le sue origini non sono sicure, alcuni studiosi sostengono abbia radici mediorientali, secondo altri nasce...

 

Il Cimitero monumentale di Milano racchiude in sé atmosfere bizantine, gotiche e romaniche dovute alla presenza di riproduzione di templi greci, colonne bizantine o addirittura una versione ridotta della Colonna di Traiano, che ne fanno un museo a cielo aperto. 

Il vastissimo complesso di monumenti d’arte funeraria che ricopre i 250.000 metri quadri del Cimitero è un libro visivo che riflette e racconta l’intera cultura dell’Ottocento e del primo Novecento. Le più diverse concezioni artistiche, filosofiche, letterarie e storiche si intrecciano e si riflettono nella grande varietà dei monumenti funebri che vanno dalla Scapigliatura al Verismo, dal Decadentismo al Romanticismo, dal Liberty al moderno, da Wildt a Lucio Fontana, creando un panorama variegato e interessante, specchio di un’epoca rimasta cristallizzata nel silenzio ovattato di un’area di Milano troppo spesso ed ingiustamente dimenticata.

Dal momento della sua inaugurazione nel 1866 fino all’epoca contemporanea, il Cimitero Monumentale è andato arricchendosi di monumenti realizzati dai più importanti scultori operanti nel panorama artistico milanese.  

Merita una sosta il Famedio (Tempio della Fama), costruzione a forma di tempio che raccoglie le spoglie mortali di Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo e Carlo Cattaneo, e il Civico Mausoleo Palanti  destinato ad ospitare defunti milanesi non abbastanza celebri per l’ammissione al Famedio, ma rappresentativi per qualche merito avuto in vita.

L’edicola della famiglia Campari, fondatori e titolari della rinomata azienda lombarda, è una riproduzione, più grande dell’originale e in scultura, dell’Ultima Cena leonardesca.

Milano ricorda e onora la memoria dei circa 800 milanesi deportati nei campi di concentramento nazisti con un monumento commemorativo sito nell’area centrale.

Tante altre ancora le sepolture di personaggi famosi come Filippo Tommaso Marinetti, Arturo Toscanini, Giorgio Gaber, Walter Chiari, Gino Bramieri, Enzo Jannacci, Franca Rame, Alda Merini, Gianfranco Funari.

 

Focus Milano

  Santo a cui è devoto il popolo milanese è Sant’Ambrogio (sant Ambroeus), la cui basilica è una delle...
  Il Cimitero monumentale di Milano racchiude in sé atmosfere bizantine, gotiche e romaniche dovute alla...
  La cucina milanese è fortemente caratterizzata dagli elementi del territorio, quali la risicoltura...
  Il Duomo di Milano è per eccellenza il simbolo della fierezza lombarda con la sua “Madunnina” d’oro che...
  Altra particolarità che caratterizza la città di Milano è costituita dai Navigli, una serie di...
  Chi volesse godere di una passeggiata nel verde può percorrere i viali del più grande tra i parchi...
    Porta Romana è una delle sei porte principali di Milano, costruita nel 1596 su progetto di Martino...
  Il Teatro della Scala è la sede di esibizione delle più grandi opere musicali e di danza e...
  Alla destra del Duomo troviamo Palazzo Reale, nato inizialmente come sede del governo della...

Expo 2015

 Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015) ha come tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita" ed avrà luogo a Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.
 
Scroll to top